Tragedia

Fiori sull’asfalto: non si placa il dolore per la morte di padre e figlia sul Grappa

La tragedia, un terribile frontale tra moto, lunedì sui tornanti verso Cima Grappa. Morti sul colpo Filippo Bonin, 48 anni e la piccola Gloria, soltanto 11 anni.

Fiori sull’asfalto: non si placa il dolore per la morte di padre e figlia sul Grappa
Schio e Valdagno, 03 Giugno 2020 ore 09:30

Non si placa il cordoglio per la tragica scomparsa di papà e figlia, residenti a Molina di Malo, nell’incidente in moto di lunedì.

Ondata di commozione

Sono ancora in tanti ad essere attoniti e sgomenti per l’immane tragedia si è consumata lunedì 1 giugno 2020 nel Vicentino, sulla provinciale che porta a Cima Grappa, nel territorio di Romano d’Ezzelino. In quei tornati, poco dopo l’abitato di Costalunga, hanno infatti perso la vita in un drammatico incidente in moto padre e figlia: Filippo Bonin, 48 anni e la piccola Gloria, soltanto 11 anni. Entrambi erano di Molina di Malo.

Un terribile frontale

Stando alle ricostruzioni dei Carabinieri di Bassano del Grappa si sarebbe trattato di un violento frontale tra due moto di grossa cilindrata. L’impatto è stato tremendo e i due, papà e figlioletta che viaggiava con lui, sono morti suo colpo. Inutili purtroppo i soccorsi dei sanitari del 118, con ambulanze arrivate anche da Crespano del Grappa. Solo lievemente ferito invece l’altro centauro.

I fiori portati dal testimone diretto dell’accaduto

“Ho messo stamattina dei fiori sul posto e pregato. NON fermatevi in auto o in moto. Io ho parcheggiato 1 km. dopo i fiori, ma è pericolosissimo! Ho camminato sui 30 cm. di strada tra guardrail e linea di bordo strada e le macchine mi sfioravano. State attentissimi!”.

Fiori sull'asfalto: non si placa il dolore per la morte di padre e figlia sul Grappa

E’ il messaggio pubblicato su facebook, nel gruppo “Amo il Monte Grappa e dintorni…” da Michele Bittante (che ha postato anche le foto che pubblichiamo, ndr.), testimone diretto di quei drammatici momenti.

“Questo il luogo preciso dell’impatto, al “Pian dei Noseari”. Noi eravamo lì appena successo, con i ragazzi a terra… La semicurva è di sicuro pericolosa ma devono essersi toccati col manubrio più che scontrati. Una delle due moto era una 800, la ragazza sembrava molto giovane e da subito entrambi non davano segni di vita. Dopo che alcuni passanti si sono presi cura delle persone a terra facendo la respirazione bocca a bocca, sono salito a Ponte S. Lorenzo a deviare il traffico in discesa verso la traversa di Campeggia per Campo Croce. Quasi un centinaio di auto in un’ora. R.I.P. Motociclisti e automobilisti andate piano sul Grappa, ci sono molte curve bastarde che vengono spesso prese larghe in entrambi i sensi di marcia a causa della velocità inadeguata. Sicuramente anche in questo caso è successo così”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità