Cronaca
Vicenza

Era precipitato dal tetto di un capannone a Orgiano: morto l’operaio 31enne

Quella mattina il 31enne stava effettuando la bonifica della copertura in eternit di un edificio che era stato chiuso qualche anno fa e che ora era stato messo in vendita.

Era precipitato dal tetto di un capannone a Orgiano: morto l’operaio 31enne
Cronaca Vicenza, 30 Novembre 2021 ore 10:18

Purtroppo non ce l’ha fatta l’operaio di 31 anni che nella mattina di sabato era precipitato dal tetto di un capannone.

Era precipitato dal tetto di un capannone

Non ce l’ha fatta l’operaio di 31 anni che nella mattina di sabato 27 novembre 2021 era precipitato dal tetto di un capannone a Orgiano. Quella mattina il 31enne stava effettuando la bonifica della copertura in eternit di un edificio che era stato chiuso qualche anno fa e che ora era stato messo in vendita.

Non sono ancora chiare le cause che hanno portato al cedimento del tetto che ha fatto precipitare il 31enne all’interno dell’immobile. Il 31enne era stato trasportato all’ospedale San Bortolo di Vicenza dov’era stato ricoverato in gravissime condizioni in rianimazione. Ieri sera, lunedì 29 novembre 2021 purtroppo l’operaio è deceduto a causa delle gravissime lesioni.

Un’altra tragedia nel Veneziano

Purtroppo non si ferma la scia delle morti sul lavoro. Tragedia ieri mattina a Jesolo, un operaio 46enne è morto durante alcuni lavori di manutenzione al Palazzo del Turismo. La vittima dell'incidente sul lavoro è un tecnico specializzato di 46 anni di Dolo, Fabio Da Prat, che si trovava con un collega (illeso) nella Casa del Turismo per alcuni lavori di manutenzione.

L'uomo, che lavorava per una ditta di Salzano, a differenza di quanto emerso inizialmente, non è morto a causa di un'esplosione ma perché colpito da una bombola carica di azoto che, smontata come le altre per la revisione periodica, all'improvviso ha iniziato però a sfiatare violentemente e ha centrato in pieno l'operaio.