Menu
Cerca
VALDAGNO

Due spacciatori arrestati e denunciati con i clienti per violazione al Dpcm

Trovati in possesso di marijuana, per un peso complessivo di 35 grammi.

Due spacciatori arrestati e denunciati con i clienti per violazione al Dpcm
Cronaca Schio e Valdagno, 26 Marzo 2020 ore 13:33

Due spacciatori arrestati e denunciati con i clienti. Ieri pomeriggio, mercoledì 25 marzo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Valdagno, nel corso di un servizio antidroga, in centro città, hanno sorpreso due valligiani intenti a cedere della marijuana a due ragazzi valdagnesi, tra cui un minorenne.

I militari, che da qualche tempo stavano monitorando gli spostamenti e le attività dei due, hanno potuto osservare la cessione dello stupefacente, avvenuta nel parco pubblico sito nei pressi del Palalido di Valdagno, e sono quindi intervenuti, bloccando spacciatori e clienti. E’ così che sono finiti in manette :

1. P. A., cinquantacinquenne Cornedese, disoccupato, già noto agli inquirenti;

2. D. K., ventiduenne italiano, residente a Recoaro Terme (Vi), disoccupato.

I due, a seguito della perquisizione, venivano trovati in possesso di più dosi pronte per la vendita, costituite da involucri di cellophane, contenenti marijuana, per un peso complessivo di 35 grammi, nelle tasche anche 60 euro frutto dell’attività illecita ed un bilancino di precisione.

Al momento dell’intervento i due avevano appena ceduto delle modiche quantità di marijuana a due ragazzi valdagnesi, un diciannovenne ed un sedicenne.

Dopo le perquisizioni e conseguenti sequestri, i Carabinieri procedevano all’arresto dei due responsabili dello spaccio di stupefacenti e, alla denuncia in stato di libertà dei quattro soggetti, per violazione dell’art. 650 del Codice Penale, trovandosi tutti fuori casa senza una valida ragione, se non quella di cedere o acquistare stupefacenti.

Terminate le formalità relative all’arresto, considerata la situazione contingente emergenziale, i due spacciatori, su disposizione della autorità giudiziaria, venivano rimessi in libertà in attesa dell’udienza di convalida.

Proseguiranno, anche in questo periodo, le attività di prevenzione e contrasto all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti nelle valli dell’Agno e del Chiampo.