Menu
Cerca

Due arresti e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio in soli due giorni

In manette il 28enne Patrick Zanon e il 26enne Cosimo Pompameo.

Due arresti e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio in soli due giorni
Cronaca Bassano, 22 Dicembre 2019 ore 09:56

I carabinieri del NOR di Bassano del Grappa, nel corso di una intensificazione dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio ed il traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto una persona per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Due arresti e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio in soli due giorni

L’attività si è concretizzata qualche giorno fa, quando una gazzella dei carabinieri, è intervenuta in un appartamento di Bassano, dove era in corso una lite molto accesa. Una volta giunti alla porta, hanno identificato Patrick Zanon, 28enne di Marostica, il quale, interrogato in merito alle urla provenire dal suo appartamento, ha riferito che aveva litigato con la fidanzata per futili motivi. Durante la conversazione però, i militari hanno avvertito un forte odore di marijuana e hanno quindi chiesto spiegazioni al Zanon che ammetteva di aver appena consumato uno spinello.

I carabinieri, richiesto il sostegno di un’altra unità della stessa Sezione Radiomobile, pertanto procedevano ad una perquisizione domiciliare, dove sono stati rinvenuti circa un centinaio di grammi di stupefacente fra marijuana, hashish e cocaina, più un bilancino di precisione e del materiale atto al confezionamento. Quanto rinvenuto, è stato
sequestrato dai carabinieri e l’uomo, accompagnato in caserma, è stato tratto in arresto ed accompagnato ai domiciliari, così come disposto dal PM di Turno, Dr.ssa Alessandra Block.

Un secondo arresto, è avvenuto il giorno dopo, dove sempre nel corso di un’intensificazione del servizio perlustrativo finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, a Romano d’Ezzelino, i militari operanti procedevano al controllo di un’autovettura con a bordo due persone che subito manifestavano un forte nervosismo che insospettiva i carabinieri. Si procedeva quindi ad una perquisizione personale delle persone, rinvenendo circa 70 grammi tra hashish e marijuana.

Le successive perquisizioni domiciliari, hanno consentito il rinvenimento nell’appartamento di Cosimo Pompameo , 26enne di origini calabresi, di ulteriori 420 grammi di stupefacente tra marijuana, hashish, cocaina e funghi allucinogeni, un bilancino di precisione, materiale atto al confezionamento e più di ottomila euro in denaro contante, anch’esso sequestrato poiché ritenuto provento di spaccio. Si è rinvenuto inoltre un caricatore composto da sei proiettili per arma lunga, per il quale è stato denunciato per possesso illegale di munizionamento.

Il Pompameo, tratto in arresto, su disposizione dell’A.G., veniva tradotto ai domiciliari, mentre D.L. 26enne milanese, è stato denunciato a piede libero e rilasciato.