Menu
Cerca
vicenza

Chiudono a scopo precauzionale i centri di aggregazione per anziani

Chiudono a scopo precauzionale i centri di aggregazione per anziani
Cronaca Vicenza, 06 Marzo 2020 ore 08:56

Chiudono a scopo precauzionale i centri di aggregazione per anziani.

Coronavirus, chiudono a scopo precauzionale fino al 3 aprile i centri di aggregazione per gli anziani del Comune di Vicenza. Lo ha deciso l’assessorato alla partecipazione recependo il nuovo decreto del presidente del consiglio dei ministri che fa espressa raccomandazione a tutte le persone anziane di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora, fuori dai casi di stretta necessità, e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

La disposizione ieri pomeriggio è stata condivisa con tutti i rappresentanti dei centri di aggregazione presenti sul territorio comunale

Questi i centri che da oggi, venerdì 6 marzo, saranno chiusi: Centro diurno ricreativo culturale Proti, Gruppo pensionati Riviera Berica, Centro di aggregazione Campedello, Centro di aggregazione Debba, Gruppo pensionati La Rondine, Club I Sempreverdi, Amici pensionati di Ospedaletto, Mini centro sociale Saviabona, Gruppo anni d’argento Anconetta, associazione Pro Loco Laghetto”, Centro di San Bortolo”, associazione Pensionati “La Speranza” – Polegge, Centro di aggregazione di via Colombo, Centro di aggregazione di viale San Lazzaro, Sede gruppo alpini Ferrovieri – A. Giuriolo.

In ogni centro sarà comunque mantenuto un presidio di tipo telefonico o l’apertura della segreteria con orario ridotto, in modo da non far mancare al singolo utente anziano un punto di riferimento sul territorio per far fronte ad eventuali esigenze o necessità.