Case del centro storico: affitti in nero per oltre 239mila euro

Le indagini sono state svolte nei confronti di una proprietaria di case R.P., nata a Thiene nel 1962, che risultava aver locato immobili di proprietà omettendo di dichiarare i proventi derivanti dai relativi canoni riscossi.

Case del centro storico: affitti in nero per oltre 239mila euro
Cronaca Vicenza, 08 Luglio 2019 ore 08:57

Case del centro storico: affitti in nero per oltre 239mila euro

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza hanno concluso un controllo fiscale in materia di II.DD. per i periodi d’imposta 2013, 2014, 2015, 2016 e 2017, nei confronti di una proprietaria di case (R.P., nata a Thiene nel 1962) che risultava aver locato immobili di proprietà omettendo di dichiarare i proventi derivanti dai relativi canoni riscossi.

In particolare, nel corso di una verifica fiscale precedentemente intrapresa nei confronti di una ditta individuale locale, le Fiamme Gialle della Compagnia di Vicenza hanno rilevato che la titolare della stessa risultava possedere n. 2 unità immobiliari site nel centro storico del Capoluogo Berico, rispettivamente in contrà San Faustino e Contrà Jacopo Cabianca, date in locazione a soggetti di nazionalità statunitense.

Dalla preliminare attività di controllo è emerso che la possidente ha affittato gli immobili in parola formalizzando contratti di affitto regolarmente registrati anche per assecondare le esigenze documentali degli affittuari. Tuttavia, i proventi non confluivano nelle dichiarazioni reddituali annualmente presentate dalla stessa. A seguito degli approfondimenti svolti sugli estratti del conto corrente in uso al predetto imprenditore e sulla ulteriore documentazione acquisita, nonché attraverso opportuni riscontri effettuati mediante le banche dati in uso al Corpo, è stato possibile ricostruire gli affitti complessivamente conseguiti dal soggetto controllato nel periodo dal 2013 al 2017, ammontanti ad oltre € 239.700,00.

Tali importi hanno formato oggetto di un verbale di constatazione, trasmesso ai locali uffici dell’Agenzia delle Entrate per il successivo recupero a tassazione della base imponibile occultata. L’operazione delle Fiamme Gialle, coordinata dal Gruppo Vicenza, si è sviluppata secondo il dispositivo operativo del Corpo nell’ambito del contrasto all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali, con particolare riferimento al settore delle locazioni immobiliari, facendo leva sulle peculiari funzioni di polizia economico-finanziaria.