Menu
Cerca

Casa a fuoco, le fiamme mandano tutto in fumo

Paura nel tardo pomeriggio di lunedì in via Preara per l'incendio divampato nell'abitazione di Iole Campese.

Casa a fuoco, le fiamme mandano tutto in fumo
Cronaca Thiene e Valdastico, 22 Febbraio 2019 ore 11:15

Furioso incendio divampato poco dopo le 18 di lunedì 18 febbraio in via Preara ha distrutto la casa di Iole Campese.

Casa a fuoco a causa di una candela

Causa del rogo è da ricercarsi in una candela lasciata accidentalmente accesa vicino ad una tenda che ha innescato le fiamme, le quali in poco tempo hanno avviluppato le stanze dell’abitazione dove l’anziana signora inferma veniva accudita dalla badante; a pochi metri da lei abita il figlio Lucio che è prontamente intervenuto per salvare la madre.

L'arrivo dei soccorsi

I pompieri sono accorsi per spegnere l’incendio, trovando problemi nel caricare le autobotti dal momento che l’idrante più vicino era malfunzionante. Le fiamme sono state spente in circa un’ora e mezza, anche se verso le 19:20 il fuoco è ripartito salvo essere nuovamente subito sedato dagli addetti ai lavori. A causa dell’incendio Preara e buona parte di Montecchio sono state avvolte da un odore acre di bruciato e fumo simile a nebbia, che si è dissolto non appena il fuoco è stato domato.

Non è la prima volta

Purtroppo non è la prima volta che la famiglia Campese si trova a dover fare i conti con le fiamme in casa, solo che il piccolo disguido tecnico avvenuto qualche tempo fa non aveva portato grandi danni e il fuoco era rimasto circoscritto al solo tetto, che allora era in fase di rifacimento, a causa dell’utilizzo di una bombola di gas durante i lavori. Purtroppo quest’ultimo episodio ha distrutto del tutto l’edificio rendendolo praticamente inagibile, ma per fortuna nessuno si è fatto male.

Una comunità solidale

Dalla cittadinanza montecchiese si è levato un coro di solidarietà nei confronti della famiglia colpita dal disastro, tanto che lo stesso Lucio ha affidato al gruppo Facebook del paese il ringraziamento verso quanti, in un modo o nell’altro, hanno contribuito a dare una mano durante l’emergenza, in primis i vigili del fuoco e la polizia locale, unitamente a tutti quelli che sono intervenuti anche solo con un messaggio di conforto. Pure il primo cittadino Fabrizio Parisotto, che per via Preara ci passa per andare verso casa, si è fermato per sincerarsi che la signora Iole stesse bene e per capire cosa fosse successo, esprimendo la sua vicinanza alla famiglia in un momento così particolarmente drammatico.