Menu
Cerca
Ulss 7 e 8

Campagna vaccinale: priorità agli over 80, ai conviventi e agli accompagnatori

Ecco tutto quello che c'è da sapere per le categorie interessate.

Campagna vaccinale: priorità agli over 80, ai conviventi e agli accompagnatori
Cronaca Vicenza, 14 Aprile 2021 ore 16:30

Continua l’impegno dell’ULSS 8 Berica per la campagna di vaccinazione, con una particolare attenzione per la messa in sicurezza dei cittadini più anziani, dei soggetti fragili e dei loro conviventi.

Campagna vaccinale: priorità agli over 80, ai conviventi e agli accompagnatori

Per quanto riguarda gli over 80, l’ULSS 8 Berica ha completato la somministrazione delle prime dosi già domenica 11 aprile, ma questa settimana ha organizzato alcune sedute straordinarie (sia in Fiera di Vicenza sia a Trissino) rivolte agli over 80 che per qualsiasi motivo non si sono presentati alla prima convocazione. Più in dettaglio per loro sono state organizzate tre sedute, ieri, oggi e quella conclusiva domani, per un totale di circa 2.000 persone.

Prosegue inoltre la vaccinazione anche a domicilio per gli over 80 che vivono in casa e che non possono essere spostati.

Parallelamente, continua l’impegno anche per la vaccinazione dei soggetti “estremamente vulnerabili”, che come noto possono prenotarsi direttamente online sul portale regionale (l’elenco completo delle categorie è disponibile sul sito Internet dell’ULSS 8 Berica). Va ricordato a questo riguardo che le agende vengono aperte con cadenza settimanale in base alle consegne di vaccini.

Contestualmente alla vaccinazione dei soggetti “estremamente vulnerabili”, è possibile anche la vaccinazione di un caregiver accompagnatore per ciascun utente che beneficia della legge 104 comma 3 art. 3 vengono vaccinati contestualmente a questi ultimi.

Con modalità differenti (convocazione in un secondo momento da parte dell’ULSS 8 Berica, in base alle disponibilità di dosi), la vaccinazione è prevista anche per i conviventi dei soggetti “estremamente vulnerabili” appartenenti a queste categorie: pazienti immunodepressi per malattia neurologica o autoimmune o in seguito a trattamento terapeutico, pazienti con marcata compromissione polmonare; pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosopressivi, mielosopressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; pazienti in lista di attesa o trapiantati di organo; pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche.

Per questi conviventi, l’ULSS 8 Berica sta definendo gli elenchi attraverso le segnalazioni degli specialisti che hanno in cura i loro cari.

Nel frattempo Azienda Zero sta preparando gli slot per consentire la prenotazione degli over 70 prevendendo la contestuale vaccinazione anche dei loro conviventi, se di età pari o superiore ai 70 anni, che quindi non dovranno fare un’ulteriore prenotazione. Questa ulteriore opportunità dovrebbe essere attiva dalla settimana prossima Ad oggi l’ULSS 8 Berica ha somministrato 122.367 dosi di vaccino anti-Covid e vaccinato 88.709 vicentini, dei quali 33.658 hanno già ricevuto la seconda dose.

Nella giornata di oggi sono previste ulteriori sedute di recupero per over 80 e il proseguimento delle vaccinazioni per i soggetti fragili, sia in Fiera che a Trissino; in fiera saranno inoltre vaccinati anche pazienti ematologici e utenti che rientrano nella Legge 104, insieme al loro accompagnatore convivente. Sempre in Fiera, proseguiranno inoltre anche oggi nella fascia preserale e serale le vaccinazioni per gli over 70.

Domani, in Fiera di Vicenza è in programma un’ulteriore seduta di recupero per gli over 80 oltre che per i soggetti fragili, ma proseguirà anche la vaccinazione degli over 70. A Valdagno saranno somministrate invece le seconde dosi per i nati nel 1938 e per i nati tra il 1929 e 1900.

Parallelamente prosegue anche l’impegno nei confronti dei sanitari che per varie ragioni non hanno ancora potuto aderire all’offerta della vaccinazione: per loro in Fiera di Vicenza è prevista una seduta sia sabato per circa 500 operatori, sia domenica per altri 660.

Ulss 7, chiamata straordinaria per i non vaccinati

L’ULSS 7 Pedemontana è stata tra le prime aziende socio-sanitarie del Veneto a concludere formalmente la somministrazione della prima dose a tutti gli over 80, già sabato 3 aprile, ma con l’obiettivo di garantire la massima copertura nella fascia di popolazione più anziana sono state intraprese ulteriori iniziative rivolte a chi, tra i nati prima del 1941, per qualche motivo non si è ancora presentato.

Così, già questa settimana sono state aperte delle sessioni straordinarie di vaccinazione, su prenotazione, a loro dedicate e in questi giorni gli operatori dell’ULSS 7 Pedemontana stanno provvedendo a richiamare telefonicamente ad uno a uno gli over 80 che risultano ancora non vaccinati.

“L’obiettivo è capire come mai non si sono presentati alla convocazione per il vaccino – sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza -. Se è stato per cause di forza maggiore, stiamo offrendo ulteriori sedute di vaccinazione su prenotazione, anche per venerdì, sabato e domenica.

Se invece alla base della mancata vaccinazione ci sono timori o dubbi di qualche tipo, il nostro personale sarà a disposizione per fornire un’informazione chiara e corretta, sensibilizzando questi utenti che, come sappiamo, rappresentano una fascia di popolazione particolarmente a rischio”.

Per le prenotazioni, si ricorda inoltre che è possibile chiedere supporto in tutte le farmacie nel territorio, ma anche ai Carabinieri.

Inoltre, con l’obiettivo di compiere ogni sforzo possibile per la messa in sicurezza di questa categoria di utenza, per tutti gli over 80 non ancora vaccinati che non hanno ricevuto la chiamata degli operatori e che per qualche motivo non riescono a prenotare, sarà comunque possibile vaccinarsi anche senza prenotazione: venerdì 16 aprile dalle 14.00 alle 19.00 presso il punto di vaccinazione di Roana per gli anziani residenti sull’Altopiano, e sabato e domenica dalle 14.00 alle 20.00 presso i punti di vaccinazione di Bassano al Pala Angarano per i residenti nel Distretto 1 e nella nuova sede al Lanificio Conte di Schio per i residenti nel Distretto 2.

Sempre al fine di concentrare la vaccinazione sulle categorie maggiormente a rischio, per queste sedute straordinarie di “recupero” viene garantita la vaccinazione agli accompagnatori, purché ultra 70enni, degli over 80.

Parallelamente l’ULSS 7 Pedemontana sta procedendo con le vaccinazioni a domicilio dei soggetti fragili che non possono spostarsi da casa: sono circa 200 quelle effettuate ogni giorno dagli operatori dell’azienda socio-sanitaria in tutto il territorio.