Messa in sicurezza del territorio

Cambiamenti climatici: al via il processo partecipato per un piano d’azione per l’Altovicentino

Un’iniziativa nell’ambito del Progetto "Life Beware" per convogliare in un unico documento idee, proposte e azioni concrete.

Cambiamenti climatici: al via il processo partecipato per un piano d’azione per l’Altovicentino
Cronaca Vicenza, 25 Novembre 2020 ore 11:36

Parte il processo partecipato per costruire il piano d’azione per il clima dell’Altovicentino.

Clima dell’Altovicentino: al via il processo partecipato per un piano d’azione

Prenderà il via lunedì 30 novembre il processo partecipato per costruire il piano d’azione per il clima dell’Altovicentino. Si tratta di un’iniziativa promossa nell’ambito del Progetto LIFE BEWARE per convogliare in un unico documento tutte le idee, le proposte e le azioni concrete per promuovere la messa in sicurezza del territorio. Una chiamata che si rivolge in prima battuta ai cittadini, amministratori pubblici, tecnici, professionisti, studenti, agricoltori e associazioni altovicentini ma che può coinvolgere chiunque sia interessato a migliorare le conseguenze dell’impatto del cambiamento climatico sul territorio.

Otto incontri tematici

L’adesione prevede la possibilità di partecipare a ciascuno degli 8 incontri tematici che si terranno via internet. Partendo dall’analisi delle principali cause che hanno reso le comunità più vulnerabili agli effetti climatici verranno individuate le soluzioni e le strategie più efficaci per renderle più resilienti. Grazie agli esperti e ai tecnici del Progetto LIFE BEWARE i partecipanti saranno accompagnati nell’elaborazione di un vero e proprio piano d’azione per l’adattamento climatico. Agli incontri il gruppo di esperti raccoglierà gli spunti e le proposte emerse ai diversi tavoli di lavoro per formulare il piano che, una volta pronto, potrà essere adottato dai Comuni dell’Altovicentino.

I temi trattati

Gli incontri si terranno sempre di lunedì, in orario dalle 20.30 alle 22. Si potrà partecipare anche ad alcuni soltanto. I temi trattati saranno i seguenti:

  • 30 novembre 2020 “Primi passi per stendere un piano d’azione per il cambiamento climatico (kick-off meeting)”;
  • 14 dicembre 2020 “Ridurre il rischio di allagamenti e alluvioni sul territorio”;
  • 11 gennaio 2021 “Ridurre il consumo e l’impermeabilizzazione del suolo”;
  • 25 gennaio 2021 “Ridurre le emissioni di Co2”;
  • 8 febbraio 2021 “Pianificare una transizione energetica resiliente”;
  • 22 febbraio 2021 “Promuovere cambiamento culturale”;
  • 8 marzo 2021 “Sviluppare la collaborazione tra amministrazioni, enti e società civile”; c
  • 22 marzo 2021 “Creare comunità forti e coese agli effetti del cambiamento climatico”.

“Si tratta di un’iniziativa importante, centrata sul metodo del percorso partecipato che come Amministrazione abbiamo sempre cercato di valorizzare. Viene svolto interamente online, grazie all’utilizzo di strumenti innovativi e ci auguriamo che possa essere apprezzato da molte persone. E’ un’occasione preziosa per lavorare a fianco di esperti e tecnici e di offrire una risposta concreta ai rischi legati al cambiamento climatico”, spiega Franco Balzi, sindaco di Santorso, Comune capofila del Progetto LIFE BEWARE, in collaborazione con il Comune di Marano Vicentino, e con Veneto Agricoltura, Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta, Dipartimento TESAF (Territorio e Sistemi Agro-Forestali) dell’Università di Padova e ALDA, Associazione Europea per la Democrazia Locale).

Per iscrizioni e ulteriori informazioni: e-mail: partecipazione@lifebeware.eu; telefono: 340.5784029 (Giulio Pesenti Campagnoni – facilitatore del processo partecipato) – www.lifebeware.eu

LEGGI ANCHE

Sfruttamento del lavoro tra Vicenza e Verona: tre arresti – VIDEO

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità