Menu
Cerca

Bullismo e cyberbullismo: quando l’orco arriva da internet

Pericolo per nostri ragazzi. Incontro a Schio per dire no alla violenza che arriva dalla rete.

Bullismo e cyberbullismo: quando l’orco arriva da internet
Schio e Valdagno, 23 Marzo 2019 ore 15:13

“Bullismo e cyberbullismo? No grazie. Essere informati per non rischiare”. E’ il tema che verrà affrontato durante la conferenza che si terrà lunedì 25 marzo, alle 20.30, all’Auditorium Scuola Secondaria Maraschin che si affaccia su via dei Boldù. Obiettivo: essere preparati per sconfiggere l’orco che si nasconde in internet.

Bullismo e cyberbullismo? No grazie

Un incontro che mira ad essere uno strumento utile per i genitori e gli educatori. Alla serata saranno presenti funzionari ed operatori qualificati della questura di Vicenza. L’incontro si inserisce nell’ambito delle attività che Age ha svolto e sta svolgendo su questi temi così delicati per i genitori, per il mondo della scuola ma sopratutto per i ragazzi. Per questo motivo il presidente del sodalizio, Roberto Santacatterina, invita i genitori ad essere presenti anche con i propri figli.

L’impegno di Age

L’ Associazione Genitori della città di Schio nasce per rispondere ai bisogni diffusi all’interno della comunità dei genitori. La sua nascita è il risultato finale di un percorso che ha visto coinvolti i comitati genitori dei tre Istituti Comprensivi della nostra città.
“Il nostro obiettivo – spiega Santacetterina – è di intercettare le esigenze che attualmente non trovano un punto di riferimento preciso e rischiano di non essere rappresentate. Vorremmo coinvolgere quanto più possibile i genitori tutti nella gestione del complesso rapporto scuola-lavoro-famiglia-tempo libero. In un tempo in cui si spendono tante parole per non fare poi nulla di concreto, vorremmo fare, vorremmo concretamente dimostrare che noi genitori tutti uniti possiamo contribuire al miglioramento della vita quotidiana dei nostri figli: nella scuola, nel tempo libero, nel rapporto che hanno con noi adulti. Vogliamo impegnarci e sporcarci le mani perché come dice Don Milani : E’ meglio avere le mani sporche, che averle pulite e tenerle in tasca”.

La paura corre nel web

Una ricerca sul rapporto fra i ragazzi e il web resa nota dal presidente di “Telefono azzurro-Doxa kids”, Ernesto Caffo,  mostra come siano ancora tante le ragazzine adescate su internet. Fortunatamente la rete ha o suoi lati positivi, è un modo per restare aggiornati, trovare tante risposte, ma nasconde anche delle insidie e solo conoscendole le si possono affrontare e vincere. Ampio servizio sul numero di Schio&ThieneWeek in edicola da sabato 23 marzo e venerdì 29.