Cronaca

Soffocato da un boccone: autista salva Alpino di Tezze con manovra di Heimlich

Grazie alle lezioni antisoffocamento di Fabio Vivian, Antonio Zonta è riuscito a salvare la vita di un compagno.

Soffocato da un boccone: autista salva Alpino di Tezze con manovra di Heimlich
Cronaca Bassano, 05 Agosto 2019 ore 13:00

Soffocato da un boccone: autista salva Alpino di Tezze con manovra di Heimlich

Doveva essere una giornata di festa quella che dovevano trascorrere gli alpini del gruppo di Tezze sul Brenta all’adunata triveneta a Tolmezzo (UD). Ma solo per merito di Antonio Zonta non si è trasformata in tragedia.

La comitiva si stava recando nella città carnica in pullman (guidato proprio da Zonta) quando ha deciso di fare sosta lungo il percorso. Dopo aver montato un tavolino per un rinfresco, un alpino è andato in arresto cardiocircolatorio a causa di un boccone di pane e soppressa andato di traverso. Sono stati decisivi gli insegnamenti che l’autista aveva ricevuto durante il rinnovo del CQC (carta di qualificazione del conducente) che aveva frequentato il mese scorso. Vista la grossa corporatura del malcapitato, Zonta è dovuto ricorrere all’aiuto di altre due persone, quindi tanta fortuna ma soprattutto tanta bravura.

Fabio Vivian è responsabile dell’accademia del soccorso e comunicazione che ha sede a Marostica. Con il patrocinio del Ministero dei trasporti e del ministero della sanità, sviluppa nuovi esperimenti didattici grazie al continuo supporto scientifico dalla Svizzera. Con le sue parole ci spiega dettagliatamente alcune cose importanti in merito:

"Zonta in questo caso ha eseguito la manovra Heimlich che prende nome dal medico tedesco che l’ha inventata. Questa fa parte di una serie di accortezze chiamate “Batti 5” che rientra nell’ambito della guida sicura in tema sanitario affinché le persone abbiamo un’ottica completa in termini di prevenzione. Sono cinque manovre che le persone devono saper conoscere in caso di criticità tra cui lo stato di shock, lo svenimento, la giusta ed efficace chiamata al 118, la manovra antisoffocamento e le compressioni toraciche con l’uso del defibrillatore. Noi delle autoscuole non vogliamo forgiare dei soccorritori professionisti, ma una mente preparata ad evitare situazioni di pericolo in ambito casalingo, scolastico, aziendale e altro. Sempre in riguardo, all’esterno dell’autoscuola Vivian di Marostica in pieno centro storico, da sabato 3 agosto è disponibile un defibrillatore ad uso della cittadinanza".