Vaccino Covid

Ulss Pedemontana, subito vaccino senza prenotazioni per giovani

Da domani fino a mercoledì 18 agosto non serve la prenotazione tra i 12 e i 25 anni.

Ulss Pedemontana, subito vaccino senza prenotazioni per giovani
Attualità Altropiano di Asiago, 12 Agosto 2021 ore 18:46

L’ULSS 7 Pedemontana anticipa la richiesta avanzata dal Commissario Straordinario per la gestione dell’emergenza Covid, aprendo già da domani, venerdì 13 agosto, e fino al 18 agosto la vaccinazione ad accesso diretto - ovvero senza necessità di prenotazione - per i più giovani, per la precisione per tutti gli utenti tra i 12 e i 25 anni. Parallelamente rimane confermata la possibilità dell’accesso diretto anche per gli over 50.

Orari dei centri di vaccinazione

Più in dettaglio, la vaccinazione ad accesso diretto sarà possibile nei Centri di Vaccinazione di Bassano (ex Eurobrico) e Schio (ex Lanificio Conte) dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 19.30, ad eccezione di mercoledì 18 quando a Bassano è prevista l’apertura dalle 15.30 alle 21.30 per favorire gli utenti che prediligono l’orario serale (mentre a Schio sarà mantenuto l’orario standard). I Centri di Vaccinazione saranno inoltre chiusi sabato 14 agosto (pomeriggio) e domenica 15 agosto (tutta la giornata). A Roana, invece, il Punto di Vaccinazione sarà aperto domani, venerdì 13, dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 19.30. Sempre sull’Altopiano, l’accesso diretto per queste fasce di età è previsto anche sabato mattina, 14 agosto, in occasione della sessione straordinaria che è stata organizzata presso la sede di Distretto in via Monte Sisemol 2, dalle 9.00 alle 13.00

"Fasce d'età ad alto rischio per l'intensa vita sociale"

«Per il momento abbiamo definito l’accesso diretto fino a mercoledì della prossima settimana, ma se l’iniziativa avrà successo siamo pronti ad estenderla ulteriormente - sottolinea il Direttore Generale dell’ULSS 7 Pedemontana Carlo Bramezza -. Non vogliamo lasciare niente di intentato per raggiungere la più alta percentuale di copertura, anche perché ormai settembre è vicino e per garantire la ripresa delle lezioni in presenza, in sicurezza, l’unico strumento è la vaccinazione. Con questa iniziativa vogliamo quindi favorire ulteriormente la messa in sicurezza della popolazione in età scolastica, comprendendo anche gli studenti universitari. In generale, inoltre, i più giovani sono una fascia di età ad elevato rischio per l’intensa vita sociale che in genere li caratterizza. Vaccinare i più giovani è quindi fondamentale sia per consentire lo svolgimento regolare dell’anno scolastico, sia per ridurre drasticamente la circolazione del virus».