Attualità
Accordo

Polizia Locale di Vicenza, rinviato di un mese l'inizio del terzo turno prolungato

Nel frattempo, l’amministrazione e le organizzazioni sindacali si incontreranno per approfondire ulteriormente alcune questioni già affrontate con i sindacati, in particolare l’articolazione dei turni di lavoro e dei riposi.

Polizia Locale di Vicenza, rinviato di un mese l'inizio del terzo turno prolungato
Attualità Vicenza, 07 Ottobre 2022 ore 09:43

Giovedì 6 ottobre 2022 davanti al Prefetto di Vicenza si sono incontrate per la seconda volta la RSU e le Organizzazioni Sindacali con i rappresentanti dell'Amministrazione del Comune di Vicenza per il tentativo di conciliazione, obbligatorio per legge, a seguito della proclamazione dello stato di agitazione del personale del Comando di Polizia Locale.

Rinviato di un mese l'inizio del terzo turno prolungato

L'Amministrazione si è impegnata a rinviare di un mese l'avvio del terzo turno prolungato, per venire incontro alle richieste di parte sindacale su turnazione, orario di lavoro e riposi, età massima degli agenti da assegnare al nuovo turno di lavoro, rielaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e premialità.

La parte sindacale ha sospeso temporaneamente lo stato di agitazione del personale per verificare, in un fitto calendario di incontri, se si riusciranno a dipanare i grossi problemi evidenziati davanti al Prefetto di Vicenza. E' stata ribadita la posizione dei lavoratori e delle lavoratrici, che hanno dimostrato compattezza e chiarezza di idee.

I sindacati hanno spiegato:

"Un grande problema che fa da sfondo a tutta la vertenza è il limite alle assunzioni nella Pubblica Amministrazione, problema mai risolto dai diversi legislatori che si sono succeduti negli ultimi quindici anni e che impedisce di fatto l'autonomia assunzionale degli Enti Locali. Anche in ragione di questo, il prolungamento di orario, come proposto dall'Amministrazione, rischia di essere una soluzione parziale perché non copre tutto il turno notturno, creando al contempo un forte disagio agli agenti, visto che non ci sono risorse umane sufficienti per garantire la qualità del servizio che si vorrebbe offrire alla cittadinanza.
Valuteremo con attenzione se dai tavoli emergeranno soluzioni operative che possano attenuare i grossi disagi dei lavoratori del Comando di Polizia Locale.
Nel frattempo, riteniamo doveroso sottolineare come nel corso di queste due giornate di confronto sia stato determinante l'apporto del Prefetto di Vicenza, che è riuscito ad avvicinare le parti su determinati punti che sono dirimenti per garantire la sicurezza dei lavoratori".

Nel frattempo, l’amministrazione e le organizzazioni sindacali si incontreranno per approfondire ulteriormente alcune questioni già affrontate con i sindacati, in particolare l’articolazione dei turni di lavoro e dei riposi, il contenuto del documento di valutazione dei rischi, già aggiornato dall’amministrazione nello scorso mese di giugno, il coinvolgimento degli agenti più anziani nel terzo turno prolungato e un’eventuale premialità.

“Era importante trovare un accordo – dichiara il sindaco Francesco Rucco – e ringrazio il Prefetto per il suo contributo di mediazione; procederemo ora con gli incontri programmati e, nel frattempo, daremo corso all’avvio del terzo turno prolungato realizzando così un preciso obiettivo dell’amministrazione. Mi auguro che il lavoro che attende le parti si svolga in un clima di serena collaborazione affinché tutto il personale della polizia locale sia messo nelle condizioni di operare al meglio per garantire ai cittadini una maggiore sicurezza percepita”.

5012
Foto 1 di 3
5011
Foto 2 di 3
5014
Foto 3 di 3
Seguici sui nostri canali