Attualità
Vicenza

NoSmog, dal 18 ottobre livello arancione: stop ai veicoli privati diesel euro 5

Con il livello arancione anche le limitazioni relative al riscaldamento si intensificano.

NoSmog, dal 18 ottobre livello arancione: stop ai veicoli privati diesel euro 5
Attualità Vicenza, 17 Ottobre 2022 ore 16:09

Da domani martedì 18 ottobre 2022 scatta il livello arancione con le limitazioni alla circolazione estese ai veicoli privati diesel euro 5 e a benzina euro 2 e ai commerciali a benzina euro 2. Fermi anche i ciclomotori e motoveicoli euro 1.

NoSmog, dal 18 ottobre livello arancione

Questa mattina, infatti, l'Arpav ha comunicato che nel territorio comunale di Vicenza per il PM10 è stato raggiunto il livello di allerta arancione, secondo quanto stabilito nell’Accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel bacino padano.

Da domani martedì 18 ottobre 2022, quindi, e almeno fino al nuovo bollettino Arpav previsto per mercoledì 19 ottobre, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, non potranno circolare tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 8.30 alle 18.30, i veicoli privati (M1, M2, M3) benzina euro 0, 1, 2 e diesel euro 0, 1, 2, 3, 4, 5; i veicoli commerciali (N1, N2, N3) benzina euro 0, 1, 2 e diesel euro 0, 1, 2, 3, 4; i ciclomotori e motoveicoli (da L1 a L7e) non catalizzati, immatricolati prima dell'1/1/2000 e non conformi alla direttiva 97/24/CE e i ciclomotori e motoveicoli euro 0, 1.

Le eccezioni in vigore per il livello verde sono tutte confermate anche per il livello arancione.

Limitazioni al riscaldamento

L'elenco completo dei veicoli che possono circolare e le specifiche per l'autocertificazione sono disponibili sul sito del Comune al link.

Per chi non rispetta le limitazioni alla circolazione è prevista una sanzione amministrativa di 168 euro. In caso di reiterazione della violazione nel biennio, scatta anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni.

Con il livello arancione anche le limitazioni relative al riscaldamento si intensificano: in caso di presenza di impianti alternativi non si possono utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (come legna da ardere, cippato o pellet) con prestazioni energetiche ed emissive inferiori alle 4 stelle (per il livello verde bastano le 3 stelle).

Seguici sui nostri canali