Attualità
Vicenza

Le fiere prenatalizia e dell’Epifania si spostano in viale Roma

Assessore Giovine: “Riorganizzazione attesa da anni. In centro storico spazio ai mercatini tradizionali e a quelli settimanali. E ai chiostri di San Lorenzo a marzo arriva la fiera del libro”.

Le fiere prenatalizia e dell’Epifania si spostano in viale Roma
Attualità Vicenza, 22 Settembre 2021 ore 17:57

Fiere prenatalizia e dell’Epifania: si cambia. Su proposta dell’assessore alle attività produttive Silvio Giovine il consiglio comunale andrà a breve ad esaminare il nuovo piano delle aree urbane che stabilisce dove allestire queste iniziative e secondo quali regole.

Fiere lungo via Roma

“Le due fiere saranno allestite lungo viale Roma – annuncia l’assessore alle attività produttive Silvio Giovine – In questo modo otterremo il duplice risultato di proseguire nell’attività di valorizzazione della zona di Campo Marzo e di riservare il centro storico ai mercatini di Natale con le tradizionali casette in legno e ai mercati del martedì e del giovedì, prolungati fino alle 18 nella settimana prenatalizia. Non solo: il reset di una situazione a cui non si metteva mano da 20 anni, ci consente di introdurre nuove regole sull’uniformità dei gazebo e sulla tipologia dei posteggi ammessi, con l’obiettivo di limitare quelli destinati alla vendita degli articoli dimostrativi, poco consoni a una città d’arte come la nostra. Ripristiniamo infine la fiera del libro che si teneva un tempo sotto la Basilica palladiana: nel terzo fine settimana di marzo, quando si celebra la Giornata nazionale per la promozione della lettura, saranno i chiostri di San Lorenzo ad ospitare la vendita di libri nuovi ed usati”. Dopo la revisione del piano dei mercati settimanale, aggiornato nel 2019, l’assessorato alle attività produttive ha messo quindi mano al piano delle fiere riconosciuto dalla Regione che risale al 2002. Da allora molti operatori hanno ceduto la propria concessione a terzi senza che il Comune potesse intervenire sulla qualità delle merci esposte all’ombra della Basilica. Di qui la necessità di intervenire con un piano globale, che sposta le fiere e rivede le tipologie dei posteggi ammessi.

La fiera prenatalizia

La fiera prenatalizia lascia piazza dei Signori e le altre piazze del centro storico. Sarà allestita dal venerdì alla domenica prima di Natale in piazzale De Gasperi, lungo i marciapiedi di viale Roma e all’esedra di Campo Marzo. Ospiterà fino a 45 posteggi, inglobando anche la fiera dell’artigianato di piazza Castello. Le tipologie previste nell’avviso, che sarà bandito dopo l’approvazione del piano, saranno diversificate e attinenti al periodo natalizio. Ci sarà sicuramente posto per 5 posteggi per aziende artigiane, 10 prodotti alimentari, 2 per prodotti agricoli e solo per 5 banchi per la vendita di articoli dimostrativi per la casa, i cosiddetti battitori.

La fiera dell'Epifania

Anche la fiera dell’Epifania lascia le piazze del centro storico per occupare, dal 4 al 6 gennaio, non solo i marciapiedi, ma anche il centro strada di viale Roma, che per l’occasione sarà chiuso al traffico. Vi troveranno spazio 120 posteggi, anche in questo caso assegnati tramite nuovo avviso. 10 posteggi saranno riservati alle aziende artigiane, 22 ai prodotti alimentari, 3 ai produttori agricoli. I “battitori” di articoli per la casa, che in piazza dei Signori avevano finito per occupare oltre il 40% degli stalli disponibili, non avranno i posteggi del centro strada, pedonalizzato per l’occasione. Alla nuova fiera “Libri in chiostro – weekend di lettura”, allestita nel chiostro del Tempio di San Lorenzo nel terzo fine settimana di marzo, ci sarà posto per 24 espositori. Il Mercatino del Luna Park della Festa dei Oto, lungo viale Dalmazia, conterà 8 posteggi per la vendita di alimenti e bevande. Infine, dal 15 dicembre al 7 gennaio, in piazza Castello troverà posto l’automarket “I Dolci delle Feste”.