A Vicenza

Incendio Villa Trissino: buona condotta e ottimi voti, il giudice "grazia" i due ragazzini

A fuoco il 17 marzo 2023 la barchessa della villa: un danno da 250mila euro. Per i giudici pentimento e buon andamento scolastico dei due minorenni fondamentali per dire sì al perdono giudiziale

Incendio Villa Trissino: buona condotta e ottimi voti, il giudice "grazia" i due ragazzini
Pubblicato:

Nella giornata di oggi, 10 luglio 2024, il Tribunale di Vicenza ha concesso il perdono giudiziale ai due ragazzini minorenni, responsabili dell'incendio alla Villa Trissino di Sarego, avvenuto nel pomeriggio del 17 marzo 2023 (in copertina: una foto dell'incendio).

Buona condotta e nessun precedente

Sono stati perdonati dal Tribunale di Vicenza, i due minorenni ritenuti responsabili dell'incendio alla barchessa di Villa Trissino di Sarego, del 17 marzo 2023. Secondo i giudici, in base anche al buon andamento scolastico e alla mancanza di precedenti penali sui due giovani, hanno ritenuto opportuno concedere il perdono giudiziale.

Quel giorno, nel tardo pomeriggio, i due erano riusciti a entrare all'interno del terreno della villa palladiana, appiccando un incendio alla barchessa della villa palladiana, patrimonio UNESCO, per un danno totale di 250mila euro.

 

Ripresi dalla videosorveglianza

L'incendio avrebbe coinvolto rapidamente la barchessa della villa, che comprendeva l'edificio della torre colombara, risalente alla seconda metà del '500.

L'intervento dei pompieri a Villa Trissino

I due responsabili erano stati ripresi dalle immagini della videosorveglianza della villa, che hanno permesso di confermare la loro colpevolezza. Inoltre, fin dalle prime indagini delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco, si era subito riconosciuta l'origine dolosa del fatto. Di seguito, alcune immagini delle operazioni di spegnimento, da parte dei vigili del fuoco:

ag374aa_52727
Foto 1 di 5
ag374aa_52726
Foto 2 di 5
ag374aa_52725
Foto 3 di 5
ag374aa_52724(1)
Foto 4 di 5
ag374aa_52722
Foto 5 di 5
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali