Attualità
Montegaldella

Commemorazione per il 13esimo anno della morte del Colonnello dei Carabinieri Valerio Gildoni

Il Generale Spina a termine della funzione religiosa è intervenuto descrivendo la figura del Colonnello Gildoni, ricordandone le virtù personali e dedicando parole di vicinanza alla famiglia.

Commemorazione per il 13esimo anno della morte del Colonnello dei Carabinieri Valerio Gildoni
Attualità Vicenza, 19 Luglio 2022 ore 16:09

Si è celebrata ieri 18 luglio in Montegaldella la commemorazione per il tredicesimo anno della morte del Colonnello dei Carabinieri Valerio Gildoni.

Commemorazione per il 13esimo anno della morte del Colonnello dei Carabinieri Valerio Gildoni

Alla cerimonia hanno preso parte il Generale di Brigata Giuseppe Spina Comandante della Legione Carabinieri Veneto, il Questore della Provincia di Vicenza Dott. Paolo Sartori, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Vicenza Colonnello Nicola Bianchi, il segretario della ANC – Sezione di Montegalda – Montegaldella e Longare Mario Sartori assieme ad una nutrita rappresentanza di militari Arma e Agenti di Polizia in Congedo.

Presenti il sindaco di Montegalda Dott. Andrea Nardin; il sindaco di Torri di Quartesolo Diego Marchioro, il sindaco di Grisignano di Zocco Stefano Lain, il vice sindaco di Longare Dott. Carli Marco, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Montegaldella vi era l’assessore all’istruzione e cultura dott.ssa Cristiana Girardi ed una rappresentanza del Comune di Nanto.

Il Generale Spina a termine della funzione religiosa interveniva descrivendo la figura del Colonnello Gildoni, ricordandone le virtù personali e dedicando parole di vicinanza alla famiglia.
Il Colonnello Bianchi dava lettura della motivazione del conferimento della medaglia d’oro al valor militare alla memoria fatto dal Presidente della Repubblica:

“con ferma determinazione ed esemplare iniziativa, unitamente ad altri militari, avviava una delicata opera di persuasione nei confronti di un uomo che, in stato di alterazione psichica, si era barricato all’interno della propria abitazione esplodendo un colpo di arma da fuoco all’indirizzo di una pattuglia di Carabinieri intervenuta. Resosi conto della situazione di estremo pericolo anche per l’incolumità dei presenti, con insigne coraggio e consapevole del grave e manifesto rischio, senza far uso dell’arma in dotazione, non esitava ad avvicinarsi allo squilibrato per stabilire un contatto diretto e convincerlo a desistere, venendo proditoriamente attinto da un colpo di fucile che ne causava la morte. Fulgido esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio”

A termine della funzione religiosa veniva raggiunto, in corteo, il luogo ove sorge il monumento dedicato all’ufficiale ove veniva deposta una corona d’alloro e venivano resi gli onori militari

WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24 (3)
Foto 1 di 6
WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24 (2)
Foto 2 di 6
WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24 (1)
Foto 3 di 6
WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24
Foto 4 di 6
WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24 (5)
Foto 5 di 6
WhatsApp Image 2022-07-19 at 12.20.24 (4)
Foto 6 di 6
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter