Attualità
Vicenza

Aggredisce il parroco urlando frasi blasfeme in tre lingue diverse: ragazza esorcizzata da 4 frati poi sviene

La madre aveva deciso di rivolgersi a un prete della sua parrocchia dopo i ripetuti comportamenti violenti della figlia.

Aggredisce il parroco urlando frasi blasfeme in tre lingue diverse: ragazza esorcizzata da 4 frati poi sviene
Attualità Vicenza, 07 Dicembre 2021 ore 12:17

Una ragazza ha aggredito un parroco nel confessionale mentre urlava frasi blasfeme in tre lingue diverse.

Aggredisce il parroco urlando frasi blasfeme

La quiete della penitenzieria del Santuario di Monte Berico, a Vicenza, è stata interrotta improvvisamente domenica 5 dicembre 2021 dalle grida e dalle frasi blasfeme di una giovane ragazza. Sono serviti quattro frati dell'Ordine dei Servi di Maria per riuscire a portare la pace nel Santuario.

Quella mattina una mamma aveva accompagnato la figlia al Santuario di Monte Berico per la confessione con il parroco. La madre aveva deciso di rivolgersi a un prete della sua parrocchia dopo i ripetuti comportamenti violenti della figlia accompagnati a frasi blasfeme, sospettando che dietro a quei comportamenti potesse esserci un’influenza demoniaca.

L’esorcismo

Verso le 11, quando la ragazza è entrata nel confessionale la situazione è degenerata e, secondo quanto hanno riferito da alcuni testimoni, la ragazza ha aggredito il parroco e ha iniziato a bestemmiare proferendo frasi blasfeme in diverse lingue, tra le quali il latino. Il parroco ha chiesto aiuto ai confratelli che hanno allontanato i fedeli.

Quattro frati dell'Ordine dei Servi di Maria hanno iniziato a pregare dando inizio all’esorcismo, molti i fedeli che hanno pregato sul piazzale, all’esterno del Santuario. Secondo le testimonianze la ragazza non si dava pace e continuava a correre, gridare e saltare su mobili. Per riuscire a immobilizzarla sono servite quattro persone. Solo verso le 20.30 la ragazza stremata si è addormentata di colpo e, secondo i frati, il rito avrebbe avuto successo.