Glocal news
Presentazione

"Ragioniamoci sopra": Zaia fa il verso a Crozza ma nel libro riflette sul dramma della pandemia

Al centro del volume, presentato in questi giorni, le scelte compiute nelle drammatiche ore dell’emergenza Covid-19. E molto altro ancora

"Ragioniamoci sopra": Zaia fa il verso a Crozza ma nel libro riflette sul dramma della pandemia
Glocal news 24 Novembre 2021 ore 18:04

Non è un manifesto politico ma un libro che apre a ragionamenti che dovrebbero essere di tutti. E’ proprio così che il presidente della Regione Veneto Luca Zaia parla del suo libro Ragionateci sopra, che ha presentato in libreria a Roma.

"Ragioniamoci sopra”

E’ stato presentato ieri, martedì 23 novembre 2021 alla Libreria LaFeltrinelli in Galleria Sordi a Roma il libro “Ragioniamoci sopra, dalla pandemia all’autonomia” del Governatore Luca Zaia. Un “viaggio” che porta a rivere quei momenti drammatici della pandemia iniziata a febbraio 2020. Il presidente della Regione Veneto ha avuto la possibilità, tramite le sue annotazioni, di riflettere sulle scelte compiute nelle drammatiche ore dell’emergenza Covid-19. Ma nel suo libro Luca Zaia si confronta anche con le sue umili origini, in una famiglia segnata dall’esperienza dell’emigrazione e del duro lavoro, racconta gli anni degli studi e la scoperta della vocazione al servizio delle istituzioni come riscatto per la sua gente

 

Un’esperienza sconvolgente

Per nessuno è facile ripensare e ripercorrere quei momenti difficili ma Zaia ha spiegato:

Non avrei mai immagino che un mi sarei ritrovato giorno per giorno di dare notizia di migliaia e migliaia di cittadini morti a causa di una grave pandemia. Per me è stata un’esperienza del tutto sconvolgente, era impossibile non fare delle riflessioni osservando quello che stava succedendo, ed ho deciso giorno dopo giorno di tenere traccia del lavoro portato avanti da quel febbraio del 2020 fino ad oggi. Erano molte le persone che mi avevano chiesto di scrivere un libro su quanto è stato vissuto, sapendo dei miei appunti. Ebbene riguardando le note mi sono deciso di farlo, ben consapevole che non sarebbe stato un bilancio conclusivo ma un punto nave perché siamo ancora in piena pandemia e dobbiamo percorrere ancora parecchia strada”.